SpareBank1 SMN

SpareBank1 SMN

Pareti ventilate

SpareBank1 SMN - Trondheim - Norvegia


SpareBank1 SMN è un istituto di credito locale con diverse filiali nella Norvegia centrale.

Il progetto, sviluppato da Agraff AS di Trondheim e vincitore del premio Prix d’Excellence Award assegnato dalla sede norvegese della FIABCI, è rappresentato da un edificio ad uso uffici con negozi e un centro convegni. I negozi, l’ingresso principale e la reception della banca sono al piano terra. Gli uffici della banca e gli altri uffici ad uso locazione sono invece dislocati dal primo al quarto piano. La vecchia sede della banca (un edificio del 1882) è stato ampliato e ospita oggi un centro convegni.

L’edificio è ubicato nel centro storico di Trondheim. Trondheim è una città con costruzioni relativamente piccole, mentre il nuovo progetto occupa un intero isolato. Normalmente, un lotto immobiliare di questa entità sarebbe stato frazionato in 6-7 proprietà diverse. Nel caso specifico, invece, si è preferito progettare un edificio di uffici (ed esercizi commerciali) destinato ad ospitare un’unica azienda con più di 500 dipendenti, su un’area di oltre 21.000 m2 per complessivi 5 piani fuori terra e due livelli di seminterrato.

La finalità del progetto, ossia migliorare il contesto urbano circostante senza snaturarlo, ha profondamente influito sulla realizzazione, che ha preso come riferimento la planimetria geometrica della città inserendo l’edificio lungo il perimetro naturale dell’isolato. Quest’ultimo è stato quindi ripartito in 5 sezioni orizzontali, ciascuna separata da fenditure vetrate a tutta altezza. Questa particolarità rappresenta l’elemento caratterizzante dell’intero progetto.

Le fenditure ricoprono numerose funzioni importanti:
_ consentono al nuovo complesso immobiliare di porsi in sintonia con la scala degli altri edifici urbani di Trondheim;
_ inondano di luce naturale gli spazi di lavoro;
_ fungono da canali di ventilazione;
_ allargano la visuale dell’edificio a due diversi piani stradali, alleggerendo la massa edificata e dando luce all’intero complesso, oltre naturalmente a creare nuovi accessi pedonali;
_ dividono le aree di lavoro in spazi funzionali;
_ creano una molteplicità articolata di ingressi al piano terra.

Uno degli aspetti prioritari del progetto era rappresentato dal contenimento dei consumi energetici dell’edificio e in tal senso è stato centrato un obiettivo ambizioso: una spesa energetica di 85 kWh/m2 all’anno, il miglior risultato mai ottenuto in Norvegia fino ad ora.
Nella sua forma attuale, il progetto comunica un senso di fiducia, credibilità ed efficienza, grazie anche al rivestimento delle facciate che sottolinea la morfologia dell’edificio con una notazione descrittiva.

Proprio nella scelta del rivestimento delle facciate è stata data grande importanza alle soluzioni eco-sostenibili. Le lastre dovevano avere un aspetto naturale che evocasse l’ardesia senza imitarla artificiosamente. Il colore doveva essere di preferenza scuro, in modo tale che la superficie potesse riflettere la luce naturale assumendo connotazioni via via diverse al variare delle condizioni luminose. Inoltre, le lastre dovevano richiedere una manutenzione scarsa o pressoché nulla.

Le lastre “Ardesia Nera” si sono dimostrate la soluzione ideale per tutte queste esigenze.

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra "Cookie Policy".