Scuola elementare S. Anna

Scuola elementare S. Anna

Pareti ventilate

Scuola elementare S. Anna - Gardolo - Italia


Progettisti: Studio Sineco, arch. Fabrizio Merler

La ristrutturazione della scuola elementare di S.
Anna a Gardolo, voluta dell’Amministrazione comunale di Trento, conclude un piano di riqualificazione più ampio comprendente il progetto per Palazzo Crivelli, una scuola materna ed un’area verde che unisce intorno a sé i differenti edifici.
Il blocco della scuola deve chiudere il processo edificatorio dell’intero comparto con un’architettura capace di integrarsi e divenire l’elemento chiave per la definizione dell’intervento.
La proposta progettuale prevede un edificio a doppia pianta rettangolare che si completa con il corpo della palestra, sulla quale viene montata una copertura leggermente arcuata in acciaio che ne caratterizza la forma e la disposizione.
Nella parte a sud e sulla corte interna è prevista una grande vetrata per favorire l’ingresso di luce e aria, rendendo più fluido il collegamento al costruito esistente e permettendo il passaggio visivo delle funzioni interne.
Sul fronte est viene completato il porticato dell’atrio principale ricavato all’interno dell’edificio nuovo con affaccio diretto sulla corte interna.
Lo spazio attorno al complesso alterna aree verdi e spazi pavimentati con formelle di cls autobloccanti, separati da elementi in pietra naturale posati a correre con la funzione di raccogliere ed incanalare le acque piovane.
Il nuovo progetto prevede lo sviluppo della scuola secondo criteri di architettura sostenibile, sia nelle scelte tecnologiche per la riduzione dei consumi energetici, sia nell’utilizzo di materiali certificati secondo standard di qualità.
L'intero percorso produttivo di marmi, pietre e graniti di Iris FMG rispetta i criteri dell'architettura bioecologica.
Particolare attenzione è stata rivolta alla configurazione esterna delle facciate: i materiali utilizzati per il rivestimento esterno sono le pietre Ardesia Nera e l’Ardesia Cinza.
La versatilità d'uso e la resistenza alle sollecitazioni dei materiali usati permettono inoltre di realizzare anche la scala che dall'esterno conduce al piano sopraelevato.
L'edificio è più di un semplice oggetto di architettura, la tecnica, i materiali ed il loro impiego danno un contributo fondamentale al progetto.
Durabilità, resistenza e facilità di manutenzione si sposano con forme e materiali che fanno della scuola una struttura di importante valore etico ed estetico.
La facciata diviene uno straordinario mezzo di comunicazione, capace di imprimersi nella memoria del passante ed esprime l'essenza del progetto.

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra "Cookie Policy".